FANDOM


Bozza

Questo articolo è una bozza. Puoi aiutare One-Punch Man Wiki cercando di espanderlo.


Garo  (ガロウ, Garō) è un ex discepolo di Bang. Si autodefinisce Mostro umano e Cacciatore di Eroi.

Aspetto Modifica

È un ragazzo muscoloso, ma snello, con occhi gialli e lunghi capelli argentei che formano due grandi ciuffi appuntiti.

Indossa una maglia nera attillata con le maniche lunghe e larghi pantaloni bianchi, retti da una cinta gialla.

Carattere Modifica

Ha una indole aggressiva e vendicativa ma ha una grande autostima di se stesso raggiungendo la presunzione. Detesta gli eroi perché li reputa ipocriti e detesta pure essere insultato da loro. È anche lui un po ipocrita: dice di ammirare gli esseri misteriosi e che vorrebbe diventare un mostro, ma è pronto a ucciderli se aggrediscono gli indifesi. Questo perché gli esseri misteriosi non si addicono alla sua idea di mostro. Per Garo, infatti, un mostro non dovrebbe essere un'entità che crea caos nel mondo uccidendo la gente, ma piuttosto qualcosa capace di terrorizzare l'umanità senza bisogno di rendere palese la propria presenza attraverso azioni omicide. Possiede un elevato senso morale, anche se a volte, dalle sue azioni, non si direbbe. Combatte gli eroi senza intento omicida e sebbene non si opponga alla loro uccisione da parte di essere misteriosi, lui evita di ammazzarli. Non ferisce i bambini e si è mostrato disposto a sacrificare la sua vita per salvarli. Accetta il sentimento di sconfitta per potere diventare più forte e, in combattimento, è arrogante e tende a schernire gli avversari, ma comunque riconoscendo quando hanno dei meriti. Cerca sempre di informarsi su qualcuno prima di affrontarlo.

StoriaModifica

TramaModifica

Saga MeteoraModifica

Bang rivela a Saitama e a Genos che il suo dojo è senza allievi perché un suo discepolo, che poi si scoprirà essere Garo, ha massacrato tutti gli altri.

Saga (breve) Un nuovo nemico, il cacciatore di eroi GaroModifica

Garo appare per la prima volta durante la convocazione dei criminali da parte dell'Associazione Eroi ad opera di Sitch, ancora preoccupato per il messaggio lasciato da Shibabawa. Dopo che Sonic fa il suo discorso nella riunione e se ne va a cercare Saitama, Garo prende in mano i fogli lanciati da Sonic per terra e incomincia a leggere. È stimolato e rallegrato dal fatto che sia esistita una veggente in grado di profetizzare la comparizione di un mostro di calamità Dio, che crede essere lui, e si presenta davanti a tutti come un ammiratore di mostri. Invita tutta la sala ad attaccarlo per vedere chi è il più forte. Sitch è sicuro di trovarsi davanti a un folle e ordina a Trickman di attaccarlo. Garo, però, sconfigge velocemente Magicman con un colpo solo, ma, viene immediatamente attaccato dall'eroe Carro Armato Pesante Fundoshi. Con un contrattacco, Garo torce il braccio dell'eroe, spezzandolo e lo aggredisce furiosamente. Tutta la folla dei criminali è in delirio perché gli eroi di classe A sono stati sconfitti da un solo criminale, ma Garo ammonisce che anche loro finiranno come quei eroi perché lui non è dalla parte dei delinquenti, anzi, non è proprio dalla parte degli umani, ma dei mostri. Interviene Blue Fire, un altro eroe di classe A, che ammette che Garo ha ragione: non è un umano ma una feccia, e usa la sua tecnica speciale con cui è in grado di lanciare fiamme dalla mano. A questo punto, Garo, usando di nuovo le sue arti marziali, trincia la mano dell'eroe rivelando una bomboletta di Gas nascosto nella manica che l'eroe usava come arma. Deridendo il banale trucco, massacra di botte l'eroe. Comincia allora ad attaccare i criminali e dichiara guerra a Sitch, l'unico che non viene aggredito, e agli eroi. Soddisfatto della sua sanguinosa presentazione all'Associazione Eroi, se ne va mormorando che forse ora attaccherà King, l'uomo più forte al mondo.

Saga Mostro UmanoModifica

Poco dopo aver lasciato l'Associazione Eroi, Garo incontra l'eroe di classe A Tank Top Vegetarian, che viene velocemente sconfitto. Viene poi successivamente mostrato insieme al resto della Tank Topper Army mentre si confronta di nuovo con Garou, per vendicarsi dell'attacco subito, ma viene sconfitto una seconda volta dal cacciatore di eroi. Garo si appresta poi a sconfiggere gli altri tank toppers, ma viene bloccato da un attacco di Tank Top Master, il quale poi cerca di finirlo con il Tank Top Tackle. Lanciato in aria, Garo riesce tuttavia a cadere in piedi, riportando lievi ferite. Il confronto tra Garo e Tank Top Master continua, finché Spatent Rider, eroe di classe C, non interviene e ammonisce Tank Top Master, dicendogli di lasciare andare Garo, in quanto umano. Tank Top Master accetta di lasciare andare il cacciatore di eroi, e lo invita a non infastidire più la gente. Garo finge di essersi pentito di ciò che ha fatto, ma poi si ferma e torna indietro, riattaccando Tank Top Master, ma stavolta utilizzando il Colpo dell'acqua che frantuma la roccia, arte marziale che aveva imparato a padroneggiare durante gli anni trascorsi al dojo di Bang. Garo riesce poi a sconfiggere sia Tank Top Master che l'intera Tank Topper Army grazie alle proprie arti marziali. Poco dopo, Charanko, l'unico allievo rimasto al dojo di Bang dopo che Garou aveva massacrato di botte tutti gli altri, appare e tenta di sconfiggerlo, ma viene rapidamente sopraffatto dalla maggiore abilità di Garou nel padroneggiamento del colpo dell'acqua che frantuma la roccia. Successivamente, Garo sconfigge 3 eroi di classe C.

Garo viene poi mostrato in un parco mentre parla con un bambino di nome Tareo. Questo bambino era seduto su una panchina, intento a leggere il catalogo degli eroi, un libro contenente informazioni sui poteri e le abilità di quasi tutti gli eroi dell'Associazione. Grazie a questo libro, Garo viene a conoscenza della posizione dell'eroe di classe A Palla Dorata. La stessa sera dell'incontro con Tareo, Garo si reca presso il locale dove, secondo l'almanacco degli eroi, Palla Dorata si recava per bere birra. Lo trova e lo sfida, così l'eroe invita Garo ad uscire e lo conduce in un vicolo, facendogli credere di non conoscere la sua vera identità. Infatti, arrivati nel vicolo, Palla Dorata lancia un attacco a sorpresa contro Garo (gli lancia una palla dorata con una fionda), ferendolo alla faccia. Nel tentativo di colpirlo su un punto vitale, Palla Dorata lo ferisce ad una gamba e, in seguito, procede ad attaccarlo con una scarica di proiettili, che però vengono tutti schivati da Garo. Ormai disarmato, Palla Dorata si arrende, ma viene interrotto dall'arrivo di un altro eroe di classe A, Molla Baffuta, il quale attacca Garo con la propria spada e tenta di finirlo con il Tomboy, uno dei suoi attacchi. Ma Garo riesce, al prezzo di una mano trafitta dalla spada dell'eroe, a sconfiggerlo. Poco dopo, Garo incontra un ufficiale corrotto dell'Associazione Eroi che stava cercando di convincere due donne a baciarlo, con la promessa di un incontro con l'eroe di classe A Dolcetto Mask. Garo lo colpisce con un pugno.

Poco più tardi, Garo incontra Saitama, intento a fare shopping per una parrucca (gli serviva per impersonare Charanko nel torneo di arti marziali). Il mostro umano suppone che Saitama lo stesse cercando per sconfiggerlo, così lo attacca, ma rimane scioccato nel constatare che il proprio attacco non aveva avuto alcun effetto sull'eroe pelato. Quest'ultimo contrattacca immediatamente, e Garo perde conoscenza.

Il giorno dopo, Garo si ritrova sdraiato su un cumulo di spazzatura, ed è incapace di ricordare ciò che era successo il giorno prima. Poco più tardi, incontra nuovamente Tareo, che sta ancora leggendo il catalogo degli eroi. Stavolta, Garo individua l'eroe di classe S Mastino Man, come sua prossima preda. Tuttavia, dopo aver sentito che l'eroe di classe S Mazza Metallica stava, in quel momento, combattendo contro Centopiedi Decano, un mostro di livello drago, Garo decide di cacciare Mazza Metallica.

Passeggiando per la città S, Garo trova Mazza Metallica e gli ordina di combattere. L'eroe interrompe il combattimento contro Centopiedi Decano e affronta il cacciatore di eroi. Alla fine, lo scontro è interrotto dall'arrivo di Zenko, sorella di Mazza Metallica, che intima ai due di smetterla. Garo se ne va, ma poco dopo allontana un mostro che stava per attaccare Zenko. Il mostro viene poi raggiunto da Phoenix Man, un altro essere misterioso, che invita Garo ad unirsi all'Associazione Mostri, ma Garo rifiuta.

Garo viene poi mostrato con i vestiti danneggiati dal combattimento con Mastino Man. Incontra poi King, eroe di classe S, intento a passeggiare con Saitama. Garo riacquista forze e si prepara a colpire King. Si lancia all'attacco, ma viene immediatamente bloccato e spedito attraverso un muro da un calcio di Saitama.

Dopo essersi ripreso, Garo scorge da un angolo di una strada Death Gatling, eroe di classe A, girato di spalle, ma decide di non affrontarlo, in quanto il suo copro era al limite. Tuttavia, l'eroe si gira e riconosce il cacciatore di eroi, con la coda dell'occhio.

Più tardi, Garo viene mostrato all'interno di un capanno abbandonato, al centro di un parco, sdraiato su un divano, gravemente ferito e febbricitante. All'improvviso, sente la porta del capanno aprirsi, e balza immediatamente giù dal divano per verificare chi si fosse introdotto nel rifugio. Riconosce Tareo, il quale lo informa che i suoi amici desideravano che si allontanasse dal capanno, in quanto loro base segreta, ma Garou, irritato, capisce che Tareo era stato obbligato, appunto, dai suoi amici, ad entrare nel capanno e ordinargli di andarsene. Così, si offre di insegnare a Tareo un metodo per sbarazzarsi dei bulli: gli dice, infatti, che è necessario che diventi più forte. Poco dopo, però, Garo si accorge di essere circondato. Dall'interno del rifugio, infatti, attraverso un foro nel muro, scorge 8 eroi fermi ad attendere, in posizione da combattimento. Grazie al catalogo degli eroi, Garo riesce a scoprire che si tratta di 4 eroi di classe A (Death Gatling, Stinger, RospoCatena, e Smile Man) e 4 eroi di classe B (GunGun, Shooter, Wild Horn e Occhiali). Garo esce e inizia ad affrontarli, vedendo però, inizialmente, sopraffatto, a causa del suo copro martoriato dal gravi ferite e dalla febbre che non accennava a passare. Tuttavia, poco dopo, Garo riguadagna forza e riesce a sconfiggere tutti gli eroi, tranne Death Gatling, che dichiara che lo ucciderà immediatamente. Garo lo blocca, informandolo del fatto che, se avesse sparato contro il capanno, il bambino all'interno (Tareo), si sarebbe fatto male. tuttavia, l'eroe di classe A non crede alla presenza del bambino e si appresta ad attaccare il cacciatore di eroi con la sua arma finale, il Death Shower, una pioggia di proiettili sparati dalla mitragliatrice che tiene al braccio sinistro. Garo, quindi, protegge se stesso, sia tareo, col colpo dell'acqua che frantuma la roccia. Riesce poi a mettere al tappeto Death gatling con un pugno. Rimasto solo, Garo si appresta a tornare all'interno di ciò che resta del suo rifugio, ma viene bloccato dall'improvviso arrivo di Genos, allertato da una richiesta di soccorso inviata da Occhiali. Così, Garo è costretto ad affrontare il cyborg, che riesce ad immobilizzarlo ad un albero grazie all'utilizzo di un proprio braccio meccanico. Poco prima di essere incenerito da Genos, Garo riesce a spezzare l'albero al quale era legato e a liberarsi. Un secondo attacco inceneritore di Genos viene interrotto dall'intervento di alcuni mostri, apparsi per catturare Garo e portarlo all'Associazione, ma Genos uccide velocemente tutti gli esseri misteriosi. Il cyborg lancia un altro attacco inceneritore contro il cacciatore di eroi, ma l'arrivo di Bang e Bomb lo induce a ritirare l'attacco.

Bang ordina a Garo di affontarlo, e ne nasce un duro scontro, al termine del quale Garo viene rapito da Phoenix Man e portato all'Associazione Mostri.

Saga Associazione Mostri

Garo si risveglia all'interno di una cella, dove trova dei vestiti nuovi e una lettera da parte di Gyoro Gyoro, nel quale viene invitato a starsene buono nella sua cella e non diventare violento. Garo, però, sfonda la porta della prigione e si incammina lungo un corridoio, finché non raggiunge una stanza all'interno della quale i mostri (compreso Gyoro Gyoro) stanno decidendo le arti di una squadra privata che un dirigente dell'Associazione Eroi, al quale i mostri avevano rapito il figlio, aveva inviato con l'obiettivo, appunto, di riportare il figlio a casa. Poco dopo, Garo entra nella stanza e Gyoro Gyoro lo informa di avere intenzione di farlo diventare un dirigente dell'Associazione, ma Orochi, il re dei mostri, ha una condizione, ovvero Garo dovrà portargli la testa di un eroe. Così, Garo si avventura in una città e, dopo aver difeso un uomo da una folla che lo stava picchiando davanti ad un ristorante, entra in quel ristorante e ordina diverse pietanze dal menù. Scappa, successivamente, senza pagare, ma viene rincorso da Saitama, il quale, nel frattempo, era entrato a mangiare nel medesimo ristorante. Al termine della sua fuga, Garo incontra nuovamente Tareo, che stava venendo bersagliato di sassi da alcuni ragazzini. Mentre Garo sta per andarsene, Tareo si scusa per essere fuggito dopo la sconfitta degli 8 eroi e chiede al mostro umano se anche lui sia un eroe, perchè lo ha protetto dai proiettili di Death gatling, ma Garo lo zittisce, inorridito dalle sue parole. Saitama arriva all'improvviso e ammonisce Garo per non aver pagato il conto. Garo, però, attacca saitama, il quale lo atterra con un pugno. Poco dopo, appaiono due mostri di livello demone, inviati, all'insaputa di Garo, per pedinarlo. I due mostri (royal ripper e bug god) dichiarano che Garo non è come loro e royal ripper si appresta ad attaccarlo, anche desideroso di rapire Tareo, ma Garo si frappone tra il mostro e il bambino. mentre Garo combatte i due mostri, Tareo scappa terrorizzato, ma viene poi catturato da melmedusa, lo stesso mostro che voleva attaccare Zenko. Garo viene sconfitto e lasciato in un lago di sangue, mentre i 3 mostri si allontanano con tareo. Garo, tuttavia, non è morto, e viene mostrato alzarsi da terra, con una cicatrice in faccia, stringere i pugni, e lasciare il parco. Si introduce in uno dei passaggi sotterranei dell'Associazione Mostri e, dopo un po' di tempo, trova Tareo e lo libera da royal ripper, che viene anche ucciso. Mentre Garo e tareo si avviano verso l'uscita, incontrano un dirigente, il mostro cane di livello drago Overgrown Rover, e garo, spaventato ed incapace di affrontare da solo un mostro così grosso, ordina a Tareo di fare piano e di non provocarlo. Tuttavia, l'arrivo di 3 mostri di livello demone fomenta Rover, il quale inizia a lanciare bombe di calore contro Garou. I potenti attacchi fanno precipitare il cacciatore di eroi fino nella stanza di Gyoro Gyoro, il quale lo immobilizza con i propri poteri psichici e lo costringe ad ascoltare ciò che ha da dirgli. Il mostro spiega a Garo che il motivo per cui è stato catturato è perchè lui ha il potenziale per diventare il nuovo orochi. Gyoro Gyoro, infatti, ha capito che ogni volta che Garo si ritrova vicino alla morte, e riesce a sopravvivere, riesce a diventare più forte. Grazie al programma di allenamenti di Gyoro Gyoro, Garo potrà diventare un mostro addirittura più potente di orochi. Garo, però, non ha alcuna intenzione di lavorare con l'Associazione, e riesce ad adattarsi ai poteri di Gyoro, iniziando a camminare, ma l'improvviso arrivo di orochi lo costringe ad un nuovo combattimento, al termine del quale ne esce sconfitto.

Viene successivamente trovato incatenato ad un muro e privo di sensi dall'eroe di classe S Pri-pri prisoner, il quale dice che è venuto per salvarlo, ma poi Garo riacquista improvvisamente conoscenza e spezza le catene, atterrando prisoner nel processo. Garo è ormai un mezzo mostro e urla. prisoner, spaventato, dichiara di aver risvegliato un uomo molto pericoloso.

Webcomic Spoiler
(clicca)

Successivamente, Garo incontra l'eroe di classe S Superlega Nerolucido e ingaggia un combattimento con lui, nel quale inizialmente è vittorioso, ma poi l'eroe, con un attacco più potente che Garo tenta di fermare con il colpo dell'acqua che frantuma la roccia, spezza le costole di Garo, lanciandolo contro un muro.

ma Garo si riprende poco dopo, acquistando forza e velocità. Superlega si rende conto di aver perso, e si deprime.

Dopo che Tornado ha trascinato l'intera Associazione Mostri in superficie, Garo viene mostrato a terra, mentre si chiede se fosse stato semplicemente un essere umano per tutto questo tempo. Alcuni capitoli dopo, Garo compare alle spalle di Tormenta, eroina di classe B sorella di Tornado. Tormenta tenta di fermare il cacciatore di eroi con una pioggia di pietre, ma viene velocemente sconfitta.

proseguendo, Garo nota Tareo in pericolo, catturato da un mostro di nome Golden Sperm, che minaccia di rompergli le gambe. Invitando il bambino ad ascoltare e osservare, Garo sconfigge Golden Sperm, ed entra nella sua prima forma mostruosa. Raggiunge Dolcetto Mask, il quale si appresta a coglierlo di sorpresa, ma Garo è molto veloce, e riesce a schivare il colpo dell'eroe. Schernisce successivamente Atomic Samurai, per non essere in grado di combattere senza una spada, e calcia via Genos. Tornado compare trasportando un enorme masso e dirigendolo verso Garo, ma quest'ultimo riesce a frantumarlo con un pugno. provocata dal cacciatore di eroi, Tornado gli scaglia contro la pioggia di pietre derivata dalla distruzione del masso, ma Garo riesce a schivare ogni colpo. Improvvisamente, Atomic Samurai riappare, dopo aver preso la spada di Iairon, e utilizza il suo Atomic Slash contro Garo, invano. Garo colpisce poi l'eroe di classe S Dio Suino con un pugno, atterrandolo.

Tuttavia Tornado, usando tutto il potere che le rimane, riesce temporaneamente a bloccare Garou, e Dolcetto Mask e Imperatorino ne approfittano per attaccarlo, ma Garo riesce ben presto ad adattarsi ai poteri di Tornado e inizia a muoversi, atterrando sia Imperatorino che Dolcetto Mask. Mette poi a tappeto anche Tornado.

L'apparizione dell'eroe di classe S Flash l'abbagliante però costringe Garo ad un nuovo scontro, al quale poi si uniscono Pri Pri Prisoner e Superlega, ma i 3 eroi vengono presto sconfitti.

Subito dopo, Garo minaccia di uccidere Tareo e invita gli eroi a fermarlo. Tutto sembra finito, finché Saitama non appare e distrugge il mostro Evil Natural Water con un pugno. Saitama non capisce chi ha di fronte, così chiede a Garo chi sia e cosa voglia. dopo una piccola conversazione, Garo si presenta, e dice a Saitama che andrà ad uccidere Tareo, ma l'eroe pelato comprende che Garo sta bluffando, in quanto nota che sta camminando nella direzione opposta a quella in cui si trova il bambino.

Tra saitama e garo nasce uno scontro, durante il quale il cacciatore di eroi si trasforma altre due volte, diventando un mostro completo, ma alla fine, viene comunque sconfitto da saitama, il quale capisce il vero intento di garo: ha sempre voluto essere un eroe, ma ha deciso di scendere a un compromesso ed è diventato un mostro. saitama riesce, inoltre, a spaccare la faccia a garo. Essa si sgretola, rivelando di nuovo un Garo umano. Ormai sconfitto, Garo dichiara di voler morire, perchè il suo piano è andato in fumo. Arriva bang e il suo ex discepolo gli domanda di essere ucciso, ma silver fang si limita a sgretolare, a suon di pungi, ciò che resta della forma mostruosa di Garo. Il cacciatore di eroi è ora di nuovo un umano, ma gli eroi dichiarano di volerlo uccidere e incitano saitama a finirlo. Tuttavia, saitama non desidera ucciderlo. Dopo che Dolcetto Mask si offre di giustiziare Garo, riappare Tareo correndo, dicendo agli eroi che non possono uccidere Garo, in quanto gli ha salvato la vita. Ma Dolcetto gli dice che non capisce la situazione e che Garo deve morire perchè è un pericolo per la società. Coraggiosamente, tareo prende Dolcetto per una gamba e urla a Garo di scappare, di mettersi in salvo. garo riacquista la voglia di vivere e fugge.

Saga Nuova AssociazioneModifica

Durante la sua ricerca di un dojo che potesse accettarlo come allievo, King scorge Garo sotto una cascata, intento a meditare. Spaventato, scappa, ma Garo percepisce la presenza di King e apre gli occhi.

Saga Sorelle EsperModifica

Saga Villaggio NinjaModifica


Abilità Modifica

Prima di esser espulso, Garo era il miglior discepolo del dojo dell'esperto di arti marziali Bang. Essendo stato addestrato al combattimento con gli umani, fatica a fronteggiare stili di combattimento non umane. Ha sconfitto più di cento eroi di alto rango.[3] Possiede incredibile forza, velocità e resistenza, riflessi e sensi particolarmente sviluppati. Possiede inoltre una straordinaria rapidità nell'accrescere il proprio potere dall'esperienza di combattimento. Può addirittura essere definito un Genio del combattimento.

Webcomic Spoiler
(clicca)

Garou è in grado di trasformarsi più volte aumentando la propria potenza e le proprie abilità. Ogni trasformazione lo rende più mostruoso.


Curiosità Modifica

  • Garou si è classificato al quattordicesimo posto nel sondaggio di popolarità dei personaggi.
  • Il suo nome (餓狼, Garō) vuol dire "lupo affamato".
    • Ricorda inoltre loup-garou, che in francese vuol dire "lupo mannaro".
    • Durante il torneo di arti marziali, indossa una maschera da lupo.
  • Ha l'abitudine di lavarsi ai bagni pubblici.[4]
  • Murata si è ispirato alla schiena di Bruce Lee per disegnare quella d Garou.[5][4]
  • ONE ha affermato che Garou risvegliato è un mostro quasi perfetto.
  • Garou risvegliato è il quarto mostro ad essere sopravvissuto a un pugno di Saitama, dopo Boros, Rover e Evil Natural Water
  • È l'unico mostro ad essere stato visto schivare e rispondere agli attacchi di Saitama.
  • È il terzo mostro che ha spinto l'eroe a utilizzare, oltre ai semplici pugni, la tecnica "Colpo mortale del tipo faccio sul serio".

Note

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.